“Quell’uomo è un ladro!” “Stia buono! Non faccia l’ipocrita…”

Soprattutto nella recente stagione politica berlusconiana, abbiamo avuto modo di imbatterci nel tema dell’ipocrisia, rispetto ai comportamenti dei personaggi politici. Berlusconi faceva il bunga bunga? “Chi è senza peccato scagli la prima pietra”, sentenziò un indimenticabile Formigoni. E comportamenti non esemplari si ritrovano nella storia di tantissimi personaggi, e di tutti (immagino) i partiti… E’ sempre stato così, non facciamo gli ipocriti!…

A me questa storia non convince. E non perché l’ipocrisia non sia da condannare, ma perché in questo caso il rigetto dell’ipocrisia mi pare orientato nella direzione sbagliata. Non è diretto, questo rifiuto, al suo fine più giusto, che è quello di sostenere la coerenza fra le parole e le azioni, ma tende, al contrario, alla tolleranza degli errori, che andrebbero per così dire accettati perché connaturati all’uomo. No. Anche in questo caso ci soccorre la sapiente distinzione, sempre da assumere come criterio di giudizio, fra la persona e i suoi atti. Noi possiamo comprendere la persona e le sue debolezze, e addirittura sostenerla nel suo difficile cammino di crescita, ma dobbiamo sempre condannare con chiarezza gli errori, e con particolare severità quando vengono compiuti nell’esercizio di pubbliche funzioni.

Annunci

, ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: