Il tipico giornalismo “pressappoco”, fra “bufere”, “scomuniche”, e borse che “sprofondano”

Non è mica giornalismo. E’ cabaret. Se un giornalista se ne frega della precisione, della competenza rispetto alle cose di cui parla, come si può anche solo pensare che si tratti di giornalismo? Questo accade soprattutto quando si ha a che fare con temi e vicende che riguardano la Chiesa. Ogni benché minima critica a qualcosa diventa una “scomunica”, perché è più pittoresco (a scelta, “anatema”). In questo caso specifico, poi, non si capisce poi perché, per aver criticato l’intervento del prete, la “Chiesa” abbia voluto, di conseguenza, “difendere” il comico. Questo è il giornalismo.

affaritaliani.libero.it - 6 giugno 2012 - ore 17.20

Annunci

,

  1. #1 di Topenz il 24/06/2012 - 06:40

    Ti ho linkato… sul mio blog. Vieni a trovarmi quando vuoi. Buona Domenica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: