Archivio per luglio 2012

La politica delle scritte sui muri

Vedo che su Facebook, su Twitter e sui commenti di tutti i siti c’è un gran dare addosso al PD. E non da destra, ma da “sinistra”. Metto le virgolette apposta, perché per la verità non mi è chiara la definizione politica di questi commenti, di questi insulti, di queste scritte sui muri. Tutto sulla base di slogan che politicamente mi sembrano impercorribili oltre che spesso anche logicamente infondati. Io penso che se si vuole costuire un grande partito della sinistra capace di governare bisogna avere la capacità di essere seri e di ragionare in grande, costruendo programmi largamente condivisi e credibili. E per fare tutti un passo avanti bisogna che qualcuno lo faccia più corto di quello che vorrebbe. Se no c’è il rischio di rimanere tutti fermi. Chi se ne vuole andare, chi dice che la Bindi gli dà il vomito, mi dispiace, ma forse è meglio che se ne vada. Io desidero vincere le elezioni e un PD al governo del paese.

Annunci

Lascia un commento