Grand Guignol “col Vangelo in mano”

All’origine c’è un fatto. Poi c’è il modo in cui viene percepito. Poi c’è il modo in cui viene raccontato. Poi c’è il modo in cui viene percepito da chi lo ascolta (la giornalista). Poi c’è il modo in cui chi l’ha ascoltato lo racconta a sua volta e lo scrive. E arriviamo qui:
“…In più, mentre ero lì stravolta dal dolore entravano degli attivisti anti aborto con Vangeli in mano e voci minacciose.” Una pennellata religio-horror, tanto per dare più colore al quadro.

http://roma.repubblica.it/cronaca/2014/03/11/news/io_abbandonata_in_bagno_ad_abortire-80714684/?ref=HREC1-2

Annunci

, ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: