Archivio per 21 luglio 2019

La parte migliore

IMG_20190721_174954_resized_20190721_055031630

Pomeriggio casalingo, dentro la sala di una vecchia casa di quasi campagna, sotto l’onda fresca di un condizionatore al minimo. Tapparelle a mezz’asta, e cicale a tutta birra.
E noia.
Ma non noia normale e generica: noia specifica, e probabilmente benedetta; di una benedizione da cogliere e seguire: noia di Facebook.
Non si può stare tutto il giorno in piazza e pretendere di non incontrare mai una contrarietà, o un incidente, o un borseggio, un urto, una parola sgradevole. E non si può neanche perderci dietro il tempo e la vita.
Proprio nella domenica di Marta e Maria, bisogna pensare all’inconcludente affaccendarsi dietro mille cose inutili, in questo caso post, commenti e controcommenti, e all’immenso carico di tempo e di energie mentali che comportano, e scegliere “la parte migliore”, fosse pure nella forma di una lettura, o di un film, o di una musica ascoltata con qualche attenzione.
L’attenzione, ecco.
C’era un vecchio gioco di gruppo che cominciava col grido: “Attenzione! Concentrazione!…”
Ci vuole quello. Pensare a quello che si fa, anche se ci si riempie un bicchiere d’acqua.
Trovo che un vizio capitale di questi tempi sia la distrazione. Una cara vecchia collega diceva: “quando si mangia, si mangia, quando si lavora, si lavora”.
Ecco, anche quando si ha voglia di dire qualcosa, di scrivere, è meglio uno strumento più lento. E magari usare Facebook solo come finestra aperta; e non per guardare in piazza, ma per permettere, a chi sta in piazza, di vedere quanto è bello il soffitto affrescato di casa tua. E il lampadario di Murano. E altro, se proprio si sapesse vedere.

Annunci

, , , , , ,

1 Commento